Street Food

Risultati immagini per cuoppo fritto napoli

Street Food: vero attrattore turistico

Cibo di strada (anche detto street food), consumato con fare distratto o con attenzione, portatore di storia e cultura. La relazioni tra turismo e street food, come strumento di promozione e valorizzazione dell’identità territoriale, è oggi un trand consolidato.

Il cibo di strada è strettamente legato ai luoghi e alle persone in un connubio che da vita ad un unicum irripetibile. Esempi emblematici sono la pizza a portafoglio di Napoli, le panelle o il panino ca meusa di Palermo, Il fish & chips di Londra, la piadina romagnola.

L'Associazione Culturale ATENA, nel tentativo di interpretare correttamente le nuove tendenze legate allo street food, propone visite guidate tematiche dove il cibo di strada è inserito come esperienza principe.

I nostri itinerari metteranno in evidenza tutte le componenti che hanno contribuito alla nascita della tradizione. Sarete immersi nei colori, nei sapori, negli odori dei luoghi. Accompagnati dalle nostre esperte guide vivrete un'esperienza genuina, esattamente come un abitante del posto. Ecco le nostre proposte:

 

Spaccanapoli: ristorante a cielo aperto

A partire da piazza del Gesù con antipasto a base di mozzarella di bufala, si prosegue lungo il decumano inferiore con cuoppo fritto di mare o di terra oppure la storica pizza a portafoglio, e per finire un dolce babà o una sfogliatella riccia e tutto ciò che offre la tradizione pasticciera napoletana…

L’itinerario si svilupperà tra i due decumani (Spaccanapoli e via Tribunali) alla scoperta dell’offerta culturale e culinaria tradizionale del Centro Storico di Napoli.

 

Da via Toledo a piazza Plebiscito: passeggia, ascolta e mangia

Risultati immagini per o per e o muss

Un itinerario per veri intenditori di street food!!!

Prima tappa: Tripperia Fiorenzano, meglio conosciuto come il Re della Trippa. È un locale storico napoletano che si trova nella Pignasecca dove si svolge il mercato più antico di Napoli. Servito con sale che fuoriesce da un corno di bue bucato all’estremità e tanto limone, gusterete 'O pere e 'o musso (il piede e il muso). È il cibo di strada per definizione che riunisce tutte le componenti della cucina street: facilità di esecuzione, uso di scarti di macellazione, costo contenuto e gusto unico.

Proseguendo il tour passeggeremo per via Toledo dove gusteremo una una bella pizza a portafoglio e la frittura tipica napoletana (zuppulell, panzarott’ e palle e ris’). Ed infine vi accomoderete nel salotto della città di Napoli, piazza del Plebiscito, per gustare una sfogliatella o un babà o una ricca sciù con un caffè alla napoletana!!!

 

La Costiera Amalfitana come non l’hai mai assaggiata

Il tour inizia da Vietri sul Mare, che conserva la caratteristica struttura architettonica dei paesi della Costiera Amalfitana, dove l'antica produzione della ceramica, proposta dalle molte botteghe, ha donato fama a questo borgo e rappresenta una delle sue principali attrazioni turistiche. Da non perdere è una visita al Museo Provinciale della Ceramica che si trova nella Torretta Belvedere di Villa Guariglia, nella frazione Raito.

Una tappa obbligatoria in Costiera Amalfitana è Cetara: la gastronomia tipica di Cetara è essenzialmente a base di pesce (tonno ed alici in particolar modo). Prelibatezze di mare fresche e locali, da mangiare al carpaccio o fritte. Consigliamo sicuramente un cuoppo di alici fritte, fritto di polpette di melanzane e spaghetti alla colatura di alici o al pomodoro, tutte specialità proposte da La Cuopperia del Convento: a due passi dal mare, in un borgo marinaro di incomparabile bellezza, con la piena disponibilità di un pescato giornaliero a km zero.

Infine, visiterete Amalfi e vivrete una esperienza ineguagliabile: la maestosa cattedrale, i chiostri incantati e la antiche piazze con l’esclusivo artigianato della carta a mano, le ceramiche artistiche, i sandali. Il tutto amalgamato dalla tradizione pasticciera amalfitana di cui portavoce indiscusso dal 1830 è la Pasticceria Pansa. E per finire in bellezza, potrete degustare un fresco limoncello ottenuto con limoni della Costa d’Amalfi, ottimo digestivo dopo una mangiata a base di pesce.

I commenti sono chiusi