ErcolanoCampi Flegrei: Parco archeologico di Baia

Ercolano

  • ERCOLANO
  • ERCOLANO

Ercolano e  il Museo Archeologico Virtuale

Ercolano, la città romana di “Herculaneum”, come Pompei, fu distrutta dall’eruzione del 79 d.C., ma  venne ricoperta da una colata di fango e lava.

Le circostanze particolari del seppellimento hanno costituito per secoli la migliore difesa contro gli agenti deterioranti e contro gli scavatori clandestini. Questo ha consentito, rispetto a Pompei, la conservazione di materiali di ogni genere: alimenti, stoffe, suppellettili d’uso quotidiano e parti in legno, ma anche e soprattutto i piani più alti degli edifici.

 

 

Un sito eccezionale, testimonianza di una raffinata città romana di cui gli scavi hanno rimesso alla luce solo una parte. Attualmente è possibile visitare le terme, la palestra e abitazioni private di età imperiale. Rimane ancora sepolta sotto terra tutta l’area forense, gli edifici sacri e civili con i loro preziosi arredi ed apparati decorativi.

 

Il Museo Archeologico Virtuale (MAV) 

A pochi passi dagli scavi archeologici dell’antica Herculaneum sorge il MAV. Il Museo Archeologico Virtuale è un centro di cultura e di tecnologia applicata ai Beni Culturali e alla comunicazione tra i più all’avanguardia in Italia. Al suo interno si trova un percorso virtuale e interattivo dove vivere l’emozione di un sorprendente viaggio. Un viaggio a ritroso nel tempo fino a un attimo prima che l’eruzione pliniana del 79 d.C. distruggesse le città romane di Pompei ed Ercolano.

Attraverso ricostruzioni scenografiche, interfacce visuali e ologrammi, il visitatore è condotto in una dimensione virtuale. Il visitatore potrà  sperimentare in modo ludico ed interattivo le nuove opportunità che la tecnologia multimediale offre alla fruizione del patrimonio archeologico.

Il MAV è un luogo didattico e conoscitivo, dove il reale e l’immaginario si incontrano per dare vita a nuove modalità di apprendimento e di intrattenimento.

 

Itinerario guidato

Visita guidata al Parco Archeologico di Ercolano:

  • Le terme di età cesariana, la Casa dei Cervi

Possibilità di abbinare agli Scavi di Ercolano una visita guidata al MAV (Museo Archeologico Virtuale).

 

Info utili

Incontro con la guida Atena nei pressi della biglietteria degli Scavi di Ercolano.

Richiedi un preventivo personalizzato e preparati a vivere un’esperienza completa e unica con le guide turistiche Atena. Tariffe : individuali, per famiglie e gruppi.

 

  2 ora  circa.

 Parzialmente accessibile.

Si consiglia ombrellino, abbigliamento e scarpe comode.

Campi Flegrei: Parco archeologico di Baia

  • solfatara

Campi Flegrei

I Campi Flegrei, terra di miti e leggende, sono una vasta area, nota sin dall'antichità per la sua vivace attività vulcanica, situata a nord-ovest della città di Napoli e del suo golfo.

Da un punto di vista geologico, si presentano come una grande caldera in stato di quiescenza i cui limiti sono dati dalla collina di Posillipo, dalla collina dei Camaldoli, dai rilievi settentrionali del cratere di Quarto, la collina di Sanseverino, l'acropoli di Cuma, e Monte di Procida.

I Campi Flegrei hanno un’enorme importanza storica, paesaggistica e territoriale per numerosi motivi che hanno reso dal XVII secolo al XIX secolo questa parte della Campania meta del Grand Tour, richiamando visitatori da tutt'Europa. Tra questi Goethe che nel suo Viaggio in Italia ne dà ampia descrizione.

 

 

Il Parco archeologico di Baia e il Museo Archeologico dei Campi Flegrei

Sito di grande interesse dell’area flegrea è l’area del Parco archeologico di Baia, frazione di Bacoli, che comprende un patrimonio archeologico ineguagliabile: resti imponenti di impianti termali e idraulici, i cosiddetti “templi” di Mercurio, di Venere, di Diana (si tratta in ogni caso di strutture termali e non di luoghi di culto, per i quali però è sopravvissuta la denominazione popolare), le terme della Sosandra; le Cento Camerelle; la Piscina Mirabile; la tomba di Agrippina; il porto militare di Miseno; il teatro; le tombe monumentali. Baia da sempre è stato un luogo di ozio, vizi e piaceri, prescelto dagli Imperatori e dall'alta aristocrazia romana che qui decisero di costruire le loro lussuose ville di villeggiatura.

I reperti archeologici ritrovati nel parco archeologico sono oggi esposti nel Museo Archeologico dei Campi Flegrei assieme a tutti quelli rinvenuti in tutta l’area flegrea. Il Museo è ospitato all’interno di una fortezza di età aragonese, opportunamente restaurata ed adeguata alla nuova destinazione, che domina l’intero golfo di Pozzuoli e da cui è possibile vedere le isole di Capri, Ischia e Procida.

 

Itinerario guidato

Visita guidata al Museo Archeologico dei Campi Flegrei e al Parco archeologico delle terme di Baia

  • Museo: le sezioni dedicate a Cuma e Pozzuoli
  • Baia: gli otia degli aristocratici nella “piccola Roma”

 

Info utili

Incontro con la guida Atena nei pressi della biglietteria del  Museo Archeologico dei Campi Flegrei.

Richiedi un preventivo personalizzato e preparati a vivere un’esperienza completa e unica con le guide turistiche Atena. Tariffe : individuali, per famiglie e gruppi.

  3 ora  circa.

 Parzialmente accessibile.

Si consiglia ombrellino, abbigliamento e scarpe comode.